Cibo, alimentazione e tradizione: Viterbo assapora il gusto di Expo

PDFStampaE-mail

expo fest, giacomo bralli, assessore expo, maria rita de alexandris, pianoscarano, cene in piazza, cibo, alimentazione, carta milano, musei, visite guidate, mostre, viterbo, etruria, la tua etruria, tuscia, alto lazio, tesori d'etruria, cultura, 2015, quotidiano culturale, eventi, manifestazioni, eventi culturali viterbesi, VITERBO – L’Expo parte in anticipo nella città dei papi e in questo fine settimana, 25 e 26 aprile, il centro storico prevederà una serie di appuntamenti divisi tra tradizione e cultura culinaria.

Da piazza del Plebiscito a piazza del Gesù, il cuore della città diventerà un ristorante a cielo aperto con le cene in piazza organizzate dai comitati di Pianoscarano, che per l’occasione proporranno un’uscita fuori quartiere del Palio delle botti. “E’ la seconda volta che accade - ha presisato la presidente De Alexandris - e per questo ringrazio gli amici piascaranesi, che proporranno una dimostrazione della gara, sia con i grandi che con i bambini, associate alle cene con piatti e prodotti tipici”.

I musei saranno tutti aperti e alla Rocca Albornoz, previa prenotazione entro il 24, sono previste anche visite guidate tra i reperti etruschi. Sarà inoltre allestita una mostra dedicata a Santa Rosa, con oggetti appartenenti a collezioni private.

 

Promotuscia organizzerà visite guidate (una al mattino e una al pomeriggio sia sabato che domenica), alla scoperta del centro storico mentre Antonelli Ricci presenterà un nuovo spettacolo dedicato allo storico conclave nel Palazzo dei papi; infine sono previste la rappresentazione de La Contesa, l’esibizione della Banda di Grotte Santo Stefano e un’esposizione di auto d’epoca, mentre a piazza della Rocca, fuori programma ma pur sempre in città, ci svolgerà la due giorni dedicata alla Sardegna. L'assessore Valentini sarà protagonista di un convegno sulla Carta di Milano, mentra Cna e Coldiretti racconteranno come "Nutrire il pianeta"; Confartigianato e Slow food gestiranno l'angolo alimentare di piazza del Gesù.

 

Expo Fest sarà l’occasione per presentare il PalaExpo, che si svolgerà nei locali appena restaurati dalla Fondazione Carivit all’ex mattatoio (Valle Faul), dove si concentreranno i progetti dell’amministrazione, con le 30 proposte giunte dopo l’avviso pubblico, tutte accettate, unite sotto il logo Sapori del rito, risultato vincitore presso la Regione Lazio insieme al progetto di Caffeina Cultura, quello di ricerca dell’università dedicato ai tanti progetti portati a termine negli anni e Le città invisibili proposto dai Comuni dell’Alto Lazio.

“Questi due giorni – ha sottolineato l’assessore Barelli – saranno l’occasione per far conoscere i progetti di Expo, i concetti legati alla nutrizione  e all’alimentazione corretta, vivendo contemporaneamente il centro storico con eventi popolari e divertenti”.

Teresa Pierini

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna


Anti-spam: complete the taskJoomla CAPTCHA