Miguel Gobbo e Giorgio Cantarini sul palco con le note del fratello Lorenzo (Dear Jack)

PDFStampaE-mail

calapranzi, harold pinter, teatro, giorgio cantarini, Miguel Angel Gobbo Diaz, vicenza, creazzo, viterbo, etruria, la tua etruria, tuscia, alto lazio, tesori d'etruria, cultura, 2015, quotidiano culturale, eventi, manifestazioni, eventi culturali viterbesi, VICENZA - Da Montefiascone al Veneto per portare in scena qualcosa di proprio: protagonisti Giorgio Cantarini, conosciuto grazie al premio Oscar "La vita è bella" di Benigni, dove interpretava meravogliosamente il figlio, e Miguel Angel Gobbo Diaz, che a fine gennaio porteranno in scena il loro spettacolo "Il Calapranzi" tratto dall'opera di Harold Pinter.

Due uomini chiusi in uno scantinato attendono qualcuno che non arriva. L'attesa sembra interminabile. Un calapranzi comincia a scendere con improbabili ordinazioni: un modo per ingannare il tempo... o per essere ingannati? Due protagonisti, Ben, il più autoritario che trascorre il tempo leggendo il giornale, Gus, passivo ma l'unico che utilizza la parola in modo positivo, facendo domande, le quali però non trovano mai risposta.

Insieme per consolidare un'amicizia, per proporre qualcosa di proprio.

Le musiche sono di Lorenzo Cantarini, fratello di Giorgio, chitarrista dei Dear Jack e altra stella della Tuscia.

Attendendo le prime rappresentazioni, dal 29 al 31 gennaio 2016, presso l'Auditorium della Scuola Media "A. Manzoni" di Creazzo (Vicenza), non resta che sperare di vederli anche nel Viterbese.

Per info: profilo facebook Giogio e Miguel

Teresa Pierini

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna


Anti-spam: complete the taskJoomla CAPTCHA