Vita e la natura inesplorata della Tuscia

PDFStampaE-mail

daniele vita, tuscia, mostra fotografica, bottega delel arti, san pellegrino, arte, viterbo, etruria, la tua etruria, tuscia, alto lazio, tesori d'etruria, cultura, 2016, quotidiano culturale, eventi, manifestazioni, eventi culturali viterbesi, VITERBO - Nuovo appuntamento artistico alla Bottega delle arti, in via San Pellegrino 116, che da domani, 7, al 14 maggio ospita la mostra fotografica "Tuscia", di Daniele Vita.

Nel vernissage di apertura, il 7 maggio alle 18, è previsto anche l'incontro con l'autore.

"Il viaggio è la condizione affascinante che porta Daniele Vita in luoghi e territori indefiniti, incerti, a volte pericolosi, qualche volta misteriosi - spiega la nota di Marcello Sambati -  alcuni dei quali esplorati in questa avventura nella sua stessa terra. La vocazione all'erranza e al nomadismo lo trascina ai confini del selvatico, comunque alla periferia della realtà definita e certa.

Narratore di vagabondaggi, lasciandosi guidare dall'istinto o da suggestioni luminose, sicuro che l'erranza apre a scoperte inaspettate, segue percorsi segnati da cartelli con indicazioni semi cancellate, che un tempo conducevano da qualche parte e che oggi sono sentieri impercorribili.

Tra boschi, nebbie, sentieri e strade a ricercarne aspetti magici e a volte inquietanti, sostando negli anfratti dove forse si cela lo spirito del luogo.

La Tuscia è impervia per i non nativi, territorio da cui Daniele ha saputo trarre a sé immagini rare, a volte rarefatte, qualche volta effimere, per restituircele come visioni altrimenti svanite. La Tuscia come Terra Madre, da cui lasciarsi accarezzare, coinvolgere dalla bellezza diffusa, amareggiandosi dagli oltraggi perpetrati dagli uomini sul suo vasto corpo".

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna


Anti-spam: complete the taskJoomla CAPTCHA