Ninetto racconta la Roma di fine Ottocento. Wertmuller al Rivellino

PDFStampaE-mail

il pellegrino, m,assimo wertmuller, teatro, il rivellino, roma, fine ottocento, napoleone, alessandro rossi, tuscania, viterbo, etruria, la tua etruria, tuscia, alto lazio, tesori d'etruria, cultura, 2017, quotidiano culturale, eventi, manifestazioni, eventi culturali viterbesiTUSCANIA - Una grande prova d’artista andrà in scena domenica 22 gennaio, alle 17.30 al Rivellino.

Protagonista sarà Massimo Wertmuller che, con l’unico aiuto di una sedia e semplici oggetti  racconterà, da solo, ben ventisei personaggi, portando sul palco la Roma di fine Ottocento e ricreando per gli spettatori piazze, strade e palazzi del tempo.
La capitale, all’indomani della caduta di Napoleone e della restaurazione di Pio VII, viene raccontata attraverso gli occhi di Ninetto, vetturino di Monsignor Caracciolo, alto prelato reazionario, incaricato di scortare il giovane Conte Enrico, nipote del cardinale, ricercato dalla polizia austriaca.

L’entusiasmo del ragazzo e la saggia pazienza del suo guardaspalle, guideranno il pubblico alla scoperta dei meandri segreti di una città multiforme e variegata.
Come lo è, del resto, il talento di Massimo Wertmuller che, dando voce alle molteplici espressioni della lingua italiana, riesce ad evocare, in maniera straordinaria, personaggi diversissimi tra loro.

 

Lo spettacolo scritto e diretto da Pier Paolo Palladino, è inserito nel cartellone della stagione curata da Ar Spettacoli di Alessandro Rossi, con la partnership di Carramusa Group e Mente Comica, ed il patrocinio del Comune di Tuscania.

 

Per info su biglietti Ticketitalia.com, oppure Underground a Viterbo.
Presso il botteghino del teatro il martedì, giovedì, sabato h.10-13; il mercoledì, il venerdì, sabato h.16-19 e due ore prima di ogni spettacolo.
Infoline  800912908 Tel.: 3939041725 – 335474640. Fb: https://www.facebook.com/arspettacoli

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna