Le stremate al terzo atto diventano bisbetiche: sabato e domenica al Bianconi

PDFStampaE-mail

bisbetiche stremate, teatro bianconi, carbogano, regia, michele la ginestra, giulia riccardi, beatrice Fazi, melina, medico famiglia, federica cifola, stagione teatrale, cimina, viterbo, etruria, la tua etruria, tuscia, alto lazio, tesori d'etruria, cultura, 2017, quotidiano culturale, eventi, manifestazioni, eventi culturali viterbesiCARBOGNANO - Sabato 21 gennaio alle ore 21.00 e domenica 22 gennaio alle ore 17.30 dopo il trionfale debutto di quest’anno a Roma, ritornano al Teatro Bianconi “Le bisbetiche stremate” questa volta nella versione tris.

L’esilarante piece, scritta da Giulia Ricciardi che è anche una delle interpreti, per la regia di Michele La Ginestra, vede in scena Federica Cifola e Beatrice Fazi (nota come la Melina de Il Medico in famiglia), oltre alla già citata Giulia Ricciardi.

Dipo “Stremate dalla Luna” e “Parzialmente Stremate”, il terzo capitolo della saga delle Stremate, così come ama definire questo lavoro la stessa Ricciardi, presenta un’inedita versione delle protagoniste che si differenzia dalle precedenti.

Marisa, Mirella ed Elvira (questa volta saranno “solo” in tre) si troveranno in una situazione alquanto scomoda: un malvivente ha cercato di rubare in casa di Elvira proprio mentre le tre erano lì. I tre ostaggi saranno dunque, per un’intera serata, in balìa del sequestratore che, maldestramente, vorrà convincerle ad aprire una presunta cassaforte.

Ma … chi sarà , in realtà, questo delinquente? E cosa ne farà delle tre? Ma poi, siamo proprio sicuri che le vittime sono vittime e il carnefice è il carnefice? Ah … una delle tre è in dolce attesa e la sua gravidanza è il “fattore scatenante”. Spiacente non posso dirvi altro, altrimenti che thriller sarebbe?”.

L’unica certezza è che le stremate… sono sempre più stremate!

Per informazioni e prenotazioni si può consultare il sito internet www.teatrobianconi.it, la pagina facebook  del Teatro Bianconi o telefonare al 340 1045098 (24h) o allo 0761 613695.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna