La Pietà verso Londra, nonostante il giallo (prese le misure alla Flagellazione)

PDFStampaE-mail

pietà, sebastiano del piombo, partenza, scatola nuova, errore, flagellazione, mostra, national gallery, viterbo, etruria, la tua etruria, tuscia, alto lazio, tesori d'etruria, cultura, 2017, quotidiano culturale, eventi, manifestazioni, eventi culturali viterbesiVITERBO - E' partita la Pietà di Sebastiano del Piombo, con una cassa realizzata nella notte, causa errate misurazioni precedenti. E' infatti accaduto l'impossibile, nemmeno fosse un nefasto presagio per non far partire la tavola del museo viterbese.

La ditta incarica dalla National Gallery ha sbagliato i conti, forse misurando la Flagellazione e non La Pietà, che riporterebbero ben 20 centimetri di differenza. Quando è stato il momento di mettere la preziosa tavola (assicurata per 28 milioni in questo viaggio londinese) qualcosa non quadrava. Dando per scontato che non poteva essere cresciuta nel frattempo, si è capito l'errore e la ditta ha lavorato tutta la notte per realizzare una nuova cassa, stavolta con le misure giuste.

Dramma terminato stamani, con la nuova cassa e l'inserimento della tavola al suo interno. Imballaggio completato e via nel delicato viaggio verso la terra britannica, prima tappa un nuovo magazzino e poi martedì 28 verso Londra.

La mostra Sebastiano e Michelangelo, in incontro di idee, aprirà i battanti il 15 marzo 2017 e proseguirà fino al 25 giugno.

Durante l'esposizione sono in programma incontri e dibattiti, uno dedicato proprio alla Pietà e ai suoi segreti, a partire dal "cartone" di Michelangelo usato come base, per poi svelare il significato dei volti molto maschili, evidentissimo nella raffigurazione della Madonna.

T. P.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna