Pierluigi Pirandello e Letizia Ermini Pani cittadini onorari di Tarquinia

PDFStampaE-mail

Pierluigi pirandello, nipte, avvocato, cittadinanza onoraria, tarquinia, letizia ermini pani, archeologa, viterbo, etruria, la tua etruria, tuscia, alto lazio, tesori d'etruria, cultura, 2017, quotidiano culturale, eventi, manifestazioni, eventi culturali viterbesiTARQUINIA - Cittadinanza tarquiniese onoraria a Pierluigi Pirandello e a Letizia Ermini Pani: è stato convocato il 22 marzo il consiglio comunale, alle ore 9, per i conferimenti ufficiali.

Il nipote del grande drammaturgo Luigi e figlio del noto pittore Fausto, oltre ad essere un affermato avvocato, è un noto amante della cultura e mecenate. Presso la sua casa romana, crocevia di artisti, si tengono costanti e numerosi incontri culturali. Tra le attività, che ancora conduce con entusiasmo e profonda passione, quella della promozione di artisti e scrittori.

Da oltre 30 anni ha scelto Tarquinia come sua residenza estiva, e non solo, affascinato sia dagli aspetti paesaggistici ma, ancora di più, dalla sua cultura millenaria. Negli anni ha fatto conoscere la città ad artisti, intellettuali, scrittori, attori e registi.

Professoressa ordinaria di Archeologia Medievale alla Sapienza Università di Roma, Ermini Pani vanta un curriculum accademico straordinario, ricoprendo incarichi prestigiosi e svolgendo importanti attività di ricerca archeologica in Italia e all’estero.

Nel territorio tarquiniese ha diretto gli scavi di Leopoli-Cencelle, città di fondazione altomedievale (in collaborazione con l’Università “Gabriele D’Annunzio” di Chieti e l'Ecole Française de Rome) e di San Savino, chiesa rupestre altomedievale.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna