Giovani promesse e grandi realtà: torna Jazz up festival

PDFStampaE-mail

conferenza stampa, jazz up, 2012, viterbo, teatro opera roma, giascritto, mostra, concerti, universo femminile, VITERBO - Si è svolta oggi presso la Sala Gatti la conferenza stampa di presentazione del JazzUp Festival 2012. Erano presenti all’incontro il sindaco di Viterbo Giulio Marini, il presidente della Provincia MarcelloMeroi, il presidente del festival Ferdinando Guglielmotti – che ha coordinato l’incontro -, il direttore organizzativo Giancarlo Necciari, il direttore artistico della New Generation Greg Burk, il responsabile per il web Marco Brama e il maestro Claudio Cimpanelli, direttore e ideatore dell’attesissimo Giasscritto, l’Ensemble Jazz presentato dalla Fondazione Teatro dell’Opera di Roma. Erano anche presenti Massimo Melloni curatore della mostra d'arte Per filo e per segno... Arianna e le altre, la cornista americana Heidi Trefethen e l'attrice Almerica Schiavo.

Un incontro interessante e pieno di entusiasmo. Guglielmotti ha ringraziato l’amministrazione pubblica di non aver abbandonato il festival e, nonostante i tagli e malgrado le difficoltà del momento contingente, di aver comunque supportato economicamente e moralmente questoappuntamento con la cultura di qualità. Aprendole anche le porte per il supporto da parte della Regione.

Numerose considerazioni sono state dedicate anche agli sforzi da parte delle istituzioni per valorizzare i luoghi della città. “JazzUp a Viterbo in piazza Unità d'Italia – ha sottolineato il sindaco Marini - : questo è già un successo per la città. Non solo per il pubblico che lo scorso anno è riuscito a richiamare grazie agli artisti che si sono esibiti e che,sono certo, saprà richiamare anche quest'anno in occasione dei nuovi appuntamenti. Il successo a cui mi riferisco è legato al recupero di questospazio, dallo scorso anno restituito ai cittadini, rivalorizzato e riqualificato, che per il secondo anno consecutivo, ospiterà  un Festival di così elevato spessore artistico come JazzUp”.

Dal canto suo il presidente Meroi ha ricordato come i parametri del finanziamento alla cultura sono la qualità e la storia delle manifestazioni.

Unanime il riconoscimento dell’alto livello della proposta culturale viterbese che non teme il confronto con la Capitale ed è un punto di eccellenza rispetto alle provincie del Lazio.

Ma scendiamo in dettaglio nel programma dell’iniziativa. Dopo le tradizionali tappe di avvicinamento consumate fra enogastronomia, benessere e buona musica, in collaborazione anche con amici storici come l’Est Film Festival di Montefiascone e il marchigiano Premio Massimo Urbani, o con nuovi partner come Caffeina Cultura o il Teatro dell’Opera di Roma, JazzUp approda finalmente al suo festival. Sempre più focalizzato sulla sezione New Generation che raccoglie le proposte delle nuove leve del jazz italiano e dei giovani compositori e che si avvale della direzione artistica di Greg Burk. Legata ad un concorso, prevede sei concerti, sei proiezioni cinematografiche e cinque premi finali. Senza dimenticare la sezione JazzUp Channel che firma un grande concerto inaugurale a Viterbo in collaborazione con il Teatro dell’Opera di Roma, ma anche due appuntamenti fra musica e cinema in collaborazione con gli amici dell’Est Film Festival e Per filo e per segno: Arianna e le altre…, una mostra di arte contemporanea presso la Sala Gatti di Viterbo che fa parte, peraltro, della sezione dedicata all’Universo al Femminile, fra arte, musica e cinema.

Il festival si apre proprio con questa nuova sezione dalle sfumature in rosa stasera, 25 agosto, con la mostra per proseguire alle 21 a Palazzo Gentili con Almerica Schiavo, The Penny Ladies, Alessandra Valeri e Silvia Iacopini. A conclusione della serata Gianfranco Venturi vestirà le amiche de Un lago di donne per una sfilata all’insegna della lotta contro i tumori. Questa sezione al femminile si arricchisce, dal 28 al 31 agosto, della mostra fotografica di Giulia Venanzi, fotografa viterbese trapiantata a New York, dal titolo emblematico di Cronaca dell’Emergenza.

jazz up festival, concerto, piazza unità italia, viterbo, Martedì 28 agosto grande attesa per il concerto di Giasscritto, un progetto di Claudio Cimpanelli presentato dalla Fondazione Teatro dell’Opera di Roma. Ospiti del concerto la voce di Silvia Parisotto e il corno di Heidi Trefethen, direttamente da San Francisco.

Il 29, 30 e 31 sarà la volta dei concerti delle band selezionate a partecipare al festival. Ogni giorno in programma due o tre gruppi finalisti e un concerto di un gruppo più affermato a chiusura. Otto i gruppi finalisti del concorso: Luigi Bozzolani, I’m Anita, Gianluca Milanese, Pericopes, Baija, O’Janà, Nudo al Cubo, Bemollansemble. Non solo: ogni giorno, a fianco a queste nuove proposte, un gruppo più affermato a coronamento della serata. Un segno di crescita rispetto alla scorsa edizione in cui a concorrere alle finali erano stati in tre.

Per quanto riguarda le band senior, saranno: il 29 i Lala Mangiaracina Quartett, con la partecipazione di Javier Girotto. Il 30 agosto i Talking Project: Simone Salza (sax), Marco Brama (piano e synth), Cecilia Nappo (basso). Il 31 agosto appuntamento con il vincitore del Premio Massimo Urbani, ma anche con Greg Burk che dismetterà per l’occasione i panni del direttore artistico della New Generation per vestire di suoni le immagini di film storici come Mission Impossible, La vita è bella, La stangata, Amarcord, 2011 Odissea nello spazio. Il cinema, infatti, grazie alla collaborazione con l’Est Film Festival di Montefiascone, costellerà tutto il festival di proiezioni dei migliori corti selezionati nel corso dell’edizione 2012.

Per il secondo anno consecutivo la direzione artistica della New Generation è stata affidata a Greg Burk: pianista e compositore di Detroit, tra i più raffinati della scena jazz contemporanea,insegna pianoforte jazz e ‘Ear Training’ alla New York University di Firenze ed altre importanti strutture didattiche. L’attività concertistica include Festival in Europa, Giappone, Stati Uniti e Africa. Tra i musicisti che hanno collaborato con Burk si ricordano personalità famose quali Kenny Wheeler, Benny Golson, Steve Swallow, Bob Moses ed altri.

Ricordiamo i premi che verranno assegnati nell’ambito della New Generation:

1.      Musica-Red Award "Rivelation of the year" assegnato al progetto inedito che dimostrerà di possedere maturità musicale dal punto di vista armonico, melodico e stilistico-esecutivo.;

2.      Musica-Yellow Award "Tradition & Innovation assegnato al progetto che riuscirà a fondere le sonorità classiche del jazz con le nuove tendenze musicali e di più stringente contemporaneità;

3.      Musica-Green Award "Most Original Artist" assegnato al progetto musicale che proporrà originali scenari sonori attraverso l’uso di strumenti, vocalità, armonie o altri elementi innovativi.

4.      Musica-Blu Award "Best Instrumentalis" riservato al vincitore della 18a edizione del Premio Internazionale “Massimo Urbani”;

5.      Cinema - Black&White Award "Best Soundtrack" riservato alla miglior colonna sonora originale della “sezione corti” in concorso alla 6a Edizione dell’Est Film Festival”.

A tutti i premiati andrà una targa, mentre ai primi tre premi (Red, Yellow e Green) andrà un contributo in denaro di mille euro.

La manifestazione, organizzata dall’associazione culturale Musica e Territorio, si svolge con il contributo della Regione Lazio, dellaProvincia di Viterbo, del Comune di Viterbo e della Camera di Commercio di Viterbo. Fra i luoghi coinvolti oltre a Viterbo, con i suoi Palazzo Gentili, le Terme dei Papi di Viterbo e Piazza dell’Unità d’Italia, il Lago di Vico ed il Lago di Bolsena; ma anche Montalto Marina e la Rocca dei Papi di Montefiascone.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna


Anti-spam: complete the taskJoomla CAPTCHA