Calci e pugni a Valle Faul: il bullo attacca una ragazzina e il video diventa virale

PDFStampaE-mail

bullo, valle faul, video, violenza, pugno e calcio, bambina, omertà, video virale, cellulare, viterbo civica, viterbo, etruria, la tua etruria, tuscia, alto lazio, tesori d'etruria, cultura, 2017, quotidiano culturale, eventi, manifestazioni, eventi culturali viterbesiVITERBO - La città dei papi non è un'isola felice, come ogni luogo di provincia, come ogni metropoli. La dimensione familiare aiuta, e spesso si pensa che una tranquilla cittadina economicamente depressa non possa essere teatro di violenza. Sono i fatti a smentire tutto questo, a far capire come un ragazzo di buona famiglia posso improvvisamente sentirsi onnipotente imponendo violenza.

I fatti di Alatri, su cui c'è ancora molto da scoprire, dimostrano come un attimo come tanti possa diventare tragedia, che diventa immensa quando è il branco a bramare sangue. Le famiglie devono unirsi per evitare che un'escalation di prepotenze.

L'allarme per Viterbo nasce da un video inviato a Viterbo Civica (per vederlo clicca qui): location valle faul, protagonisti un gruppo di ragazzi inermi intanti a guardare un "bullo", pare quindicenne, che decide di prendere a pugni e calci una ragazzina di poco più giovane. Ragazzo contro ragazza, una brutta scena di violenza davanti ad un pubblico di coetanei immobili, magari forse impauriti, ma di certo inermi e qualche passante a lato, verso il parcheggio.

Il video sta girando tra i cellulari dei ragazzi in città, in una sorta di blob virale che, speriamo, non venga letto come una bravata da imitare ma come qualcosa da condannare, anche in modo anonimo, e stigmatizzare. Il fatto che il video sia stato passato ad un'associazione civica è un dato positivo, che sia stato fatto da genitori impauriti o ragazzi terrorizzati poco conta, l'importante è una reazione ad un gesto che non deve mai più ripetersi. Una lotta che dovrà essere portata avanti in primo luogo dai genitori del ragazzo, che sanno, e che dovranno aiutarlo per far comprendere quanto sia sbagliato questo comportamento. Un monito per tutti i genitori, potrebbe essere questa l'occasione, con il coraggio per dire basta.

Questa è anche la speranza dell'associazione che ha inviato alla stampa la notizia, che così commenta sulla propria pagina facebook: "Cose che succedono nella nostra città.
Genitori state vicini ai vostri figli e proteggeteli...

Il caso ha voluto che, in una circostanza, un’adolescente ha portato all’attenzione di Viterbo Civica un video sconcertante, che da giorni gira tra i quindicenni viterbesi, dove un coetaneo usa violenza verso una ragazza della sua stessa età.
Le lunghe lotte che Viterbo Civica ha sempre fatto contro la violenza in genere, ma soprattutto verso le donne, ha fatto sì che la cosa fosse portata subito all’attenzione delle forze dell’ordine che attualmente stanno indagando sulla vicenda.

In uno stile ormai comune tra i più giovani dove uno filma, il branco guarda e il bullo mena, questo video mostra una 'prodezza', se così la vogliamo chiamare, di violenza verso una coetanea, video, come già detto, diventato ormai virale, ma di denunce non se ne parla.

Non è stata effettuata dai diretti interessati per timore di ritorsioni, oppure per vergogna, ma non ci si rivolge alla Polizia anche per indifferenza, perché è probabile che qualche genitore avrà visto questo video sul cellulare del proprio figlio, ma pare strano che a nessuno è venuto in mente di denunciare il fatto alle competenti autorità come ha immediatamente provveduto Viterbo Civica quando ne ha preso visione.

Indifferenza che è ben evidente visionando il breve video, dove alcuni passanti adulti, molto più vicini dell’operatore che ha effettuato le riprese, non si sono neanche degnati di voltare lo sguardo per capire cosa stesse accadendo nelle loro vicinanze.
Tanto queste cose a Viterbo non succedono...

Violenza, bullismo, truffe e reati al patrimonio sono cose che riguardano anche il nostro orticello è ora che si reagisca e che le persone abbiano un pizzico di senso civico senza restare indifferenti difronte a situazioni di violenza come quello citato.
Purtroppo oggi la criminalità imperversa ad ogni ora del giorno e della notte, e le bravate dei giovani di oggi, si potrebbero trasformare, domani, in violentatori ed assassini senza scrupoli perché sono consapevoli dell’impunità che regna sovrana nel nostro paese.

Per ovvi motivi il video è stato modificato per non far riconoscere gli attori della triste vicenda.
Ma voi che siete genitori cercate di capire e notare qualsiasi cosa anomala, se volete garantire a chi amate, un futuro sereno e no già segnato come purtroppo è destinato l'autore di questa bravata di soli 15 anni".

Raccogliamo questo appello di Viterbo Civica, nella speranza che sia la cultura dell'educazione e del rispetto ad avere la meglio sulla violenza e sull'indifferenza.

T. P.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna