"Ultima fermata... chi c'è c'è": il teatro integrato che racconta il viaggio

PDFStampaE-mail

ultima fermata, chi c'è c'è, teatro integrato, armando alfonsi, operatore sociale, gea, nepi, centro piero carletti, palarte, fabrica di roma, viaggio, diversità, emozioni, viterbo, etruria, la tua etruria, tuscia, alto lazio, tesori d'etruria, cultura, 2017, quotidiano culturale, eventi, manifestazioni, eventi culturali viterbesiFABRICA DI ROMA - L'importanza del teatro come luogo di aggregazione per conoscere e superare i propri limiti: un impegno per chiunque, un grandissimo aiuto per ragazzi speciali. Da tre anni la cooperativa sociale Gea Onlus ha organizzato, a Nepi, tra le proprie attività un laboratorio di teatro integrato presso il centro socio educativo ''Piero Carletti''.

Il laboratorio è diretto da Armando Alfonsi e coinvolge i ragazzi che frequentano il centro, dando a loro la possibilità di esprimersi senza essere giudicati, crescendo la stima di se stessi e superando i propri limiti, grazie alle attività teatrali.

Dal questo laboratorio è nato il nuovo spettacolo di teatro integrato "'Ultima fermata... chi c'è c'è'', che sarà presentato domenica 24 aprile 2017. alle 17,30 dal palco del Palarte, a Fabrica di Roma.

Lo spettacolo, esilarante ed emozionale, percorre il viaggio dell'uomo, quel viaggio che permette di abbattere le barriere, scoprendo che il diverso non è poi così diverso da noi.

Il viaggio dei profughi in fuga dalle guerre, il viaggio del pellegrino mosso dalla fede, il viaggio alla ricerca del nostro karma interiore.
L'importanza delle occasioni, delle opportunità chiare o velate che la vita ci concede...

È giusto afferrarle o lasciarle passare?
Il titolo "Ultima fermata... chi c'è c'è" richiama proprio questo dilemma: perché il treno passa... e con esso le nostre opportunità.

T. P.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna