Cerealia parte da Tarquinia: fine settimana di storia, cibo e Maremma

PDFStampaE-mail

cerealia, avvio, tarquinia, festival mondo cereali, slow food, made in maremma, roma, giugno 2017, europa, dedica trattati, viterbo, etruria, la tua etruria, tuscia, alto lazio, tesori d'etruria, cultura, 2017, quotidiano culturale, eventi, manifestazioni, eventi culturali viterbesiTARQUINIA - Partirà dalla cittadina etrusca la VII edizione di Cerealia, il festival dedicato al mondo dei cereali con una due giorni densa di appuntamenti.

S’inizierà il 28 aprile alla biblioteca comunale “Vincenzo Cardarelli”, alle ore 17.30, con l’incontro dedicato alla condotta locale di Slow Food – Montalto di Castro / Monti della Tolfa e Civitavecchia. A fare gli onori di casa l’assessore alla cultura Angelo Centini e la direttrice artistica del festival.

Il 29 aprile, sempre alla biblioteca comunale “Vincenzo Cardarelli”, si terrà, alle ore 17, la premiazione del concorso di cortometraggi Made in Maremma. Una riflessione sulla globalizzazione e l’agricoltura.
Alla sala D. H. Lawrence sarà inaugurata alle ore 18.30 la mostra “Antichi e nuovi mestieri nella Corneto Tarquinia del ‘900”. La sera, alle ore 21, nella sala consiliare del palazzo comunale si svolgerà Homage to the Great Thai Kings, concerto del pianista Nat Yontararak accompagnato da danze thailandesi.

Le iniziative sono a cura del Comune di Tarquinia, del Centro di Aggregazione Giovanile, dell’associazione culturale La Lestra, di Slow Food condotta locale, dell’agriturismo Il Quadrifoglio e della Cooperativa sociale Alice.

Il festival proseguirà poi nella capitale: la settima edizione (8-11 giugno 2017) fa una dedica speciale all’Unione Europea e ai 60 anni dei Trattati di Roma e il Festival ha ricevuto il patrocinio della Presidenza del Consiglio dei Ministri, Dipartimento per le politiche europee – Servizio Comunicazione; l’evento è stato inserito nel Calendario delle iniziative istituzionali relativo al 60° anniversario dei Trattati di Roma. L’EFA (European Festival Association) ha riconfermato a Cerealia l’EFFE Label 2017-2018, marchio dei festival Europei di eccellenza.

Riflettere su cosa ha significato “Europa” in questi sessanta anni, oggi più che mai è necessario per ridare valore a quel patto siglato tra i sei paesi firmatari. La dedica all’Unione Europea vuole dare anche risalto al valore delle diversità, che nutrono l’unicità del continente Europeo e alla sua capacità di dialogo, in particolare con la sponda sud del Mediterraneo.
Proprio i cereali e il pane hanno costituito il progetto identitario del Parlamento Europeo all’Expo Milano 2015; la “spiga d’oro” è stata presa come simbolo a rappresentare l’Europa, volendo soddisfare il quesito sulla possibilità di raggiungere la sicurezza alimentare attraverso la buona cooperazione, non solo fra i diversi paesi, ma anche fra scienza e agricoltura, fra innovazione e tradizione. Sarà così la filiera professionale, dal lavoro della terra alla ricerca scientifica, al centro del programma di Cerealia 2017: tema guida quindi “arti e professioni. Identità e culture”; mentre l’orso è il cereale scelto per l’approfondimento. L’edizione 2017 è dedicata alla memoria del prof. Silvio Moretti.

Confermando la sua struttura di festival diffuso, Cerealia presenta un ricco programma d’iniziative in vari luoghi di Roma, comuni nel Lazio e diverse regioni italiane. Molte delle attività realizzate fuori Roma, partono già a fine aprile e si articolano attraverso un ricco calendario che si estende fino a novembre 2017.

Il programma è consultabile sul sito www.cerealialudi.org.

Le iniziative sono a ingresso libero.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna