Fantappiè trova "casa" nella sua scuola. Federici concede tutto il materiale raccolto

PDFStampaE-mail

fondazione fantappiè, mai fatta, consegna, materiale, studi, storia, matematico, scuola, istituto comprensivo, fantappiè, maurizio federici, viterbo, etruria, la tua etruria, tuscia, alto lazio, tesori d'etruria, cultura, 2017, quotidiano culturale, eventi, manifestazioni, eventi culturali viterbesiVITERBO - Doveva nascere una fondazione intestata al famoso matematico viterbese Fantappiè, ma dal 2006 non sono statai fatti passi in avanti e allora Maurizio Federici, allora consigliere comunale fautore della proposta, ha deciso che tutto il materiale raccolto nel tempo non poteva rimanere chiuso nel suo cassetto.

Da questa mattina Federici ha concesso, in comodato d'uso gratuito, a chi porta il nome dello scienziato: l'istituto comprensivo Luigi Fantappiè, nelle mani del dirigente Alessandro Ernestini.

"Non era giusto tenere queste cose in cassaforte perché le istituzioni dal 2006 non sono state in grado di portare avanti il progetto della fondazione.

Era tutto fatto, proprio in occasione del 50° anniversario dalla sua morte, con votazione all'unanimità in consiglio, statuto redatto e la speranza che Viterbo avrebbe finalmente onorato il suo matematico non solo con la scuola. Chiesi all'università un luogo per ospitarla, e fui anche accolto in un senato accademico dove tutti sembravano entusiasti. Dovevano trovare solo un luogo fisico, una sede, mai trovata. Anche questa scuola ha rischiato di perdere il nome, perché in fase di accorpamento il primo progetto parlava di istituto Concetti. Senza nullla togliere al pediatra, feci di tutto per salvaguardare il nome Istituto comprensivo Fantappiè".

 

Il materiale, la lettera in cui nel 1955 fu invitato a diventare titolare della cattedra che fu di Einsten, alcune pubblicazioni fondazione fantappiè, mai fatta, consegna, materiale, studi, storia, matematico, scuola, istituto comprensivo, fantappiè, maurizio federici, viterbo, etruria, la tua etruria, tuscia, alto lazio, tesori d'etruria, cultura, 2017, quotidiano culturale, eventi, manifestazioni, eventi culturali viterbesiedite, moltissime ricerche di studiosi sparsi nel mondo, il memoriale di due convegni organizzati nel 50° dal Comune di Viterbo, sono stati consegnati al dirigente Ernestini, che ha ringraziato per il gesto: "Sono onorato di ricevere tutto questo e anche di avere qui i discendenti.

Penso che la divulgazione sia fondamentale e il corposo materiale sarà a disposizione degli alunni e di tutti quelli che vorranno consultarla, già dal prossimo anno scolastico, quando inaugureremo la biblioteca, in cui sarà presente una sala dedicata a Fantappiè. Non è da tutti avere il pensiero e tanto materiale relativo alla persona a cui è dedicata".

Alla firma era presente anche Elena Fantappiè: "Farò il possibile per aggiungere ancora materiale, perché in giro, specie all'estero, c'è ancora molto".

Al suo fianco Aldo Quadrani e Claudio Cannella, dell'associazione Amici di Bagnaia, il primo discendente, da parte di madre, del matematico.

Teresa Pierini

 

 

 

 

fondazione fantappiè, mai fatta, consegna, materiale, studi, storia, matematico, scuola, istituto comprensivo, fantappiè, maurizio federici, viterbo, etruria, la tua etruria, tuscia, alto lazio, tesori d'etruria, cultura, 2017, quotidiano culturale, eventi, manifestazioni, eventi culturali viterbesi fondazione fantappiè, mai fatta, consegna, materiale, studi, storia, matematico, scuola, istituto comprensivo, fantappiè, maurizio federici, viterbo, etruria, la tua etruria, tuscia, alto lazio, tesori d'etruria, cultura, 2017, quotidiano culturale, eventi, manifestazioni, eventi culturali viterbesi

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna