L'intervista ad Alice Sabatini: "La corona, il buio e di nuovo la luce"

PDFStampaE-mail

alice sabatini, salute, problemi, cibo, intervista, difficoltà, recupero, luce, palestra, sport, rinascita, gabriele benetti, viterbo, etruria, la tua etruria, tuscia, alto lazio, tesori d'etruria, cultura, 2017, quotidiano culturale, eventi, manifestazioni, eventi culturali viterbesiVITERBO – Alice Sabatini, Miss Italia 2015, è tornata alla ribalta della cronaca raccontando un suo momento difficile, trovando il coraggio di farlo dopo 6 mesi, ora che finalmente è serena, ha ritrovato un equilibrio che la rende ancora più bella, e soprattutto innamorata, della vita e del suo Gabriele.

Il suo messaggio può essere positivo per tante ragazze, coetanee di Alice, che ricordiamo ha solo vent'anni, nonostante sia diventata già Reginetta d'Italia e sia lanciata nel mondo dello spettacolo.

Per questo abbiamo approfondito con lei quello che le è successo, intervistandola e ascoltando le sue risposte, date come sempre a cuore aperto.

Tutto è iniziato con l'elezione a Miss?

“Prima di Miss Italia facevo tanto sport, l'estate non mi allenavo perché sapevo che stando al mare non serviva e quell'anno, mentre facevo le selezioni del concorso, mi ero imposta di mangiare intanto meglio. Avendo 17 anni ero tentata, mangiavo quelle che possiamo definire 'schifezze' ed ero continuamente tentata dal gusto anche grazie al ristorante dei nonni.

Mi sono imposta di non ingrassare e ci sono riuscita: arrivai al concorso abbastanza asciutta, anche merito del metabolismo sportivo, pesavo 57 chili, secondo i miei parametri ero anche troppo magra per il mio 1,78 di altezza. Dopo la vittoria ho iniziato a girare l'Italia, sempre seduta in aereo e treno e quando partecipavo ad eventi stavo di nuovo spesso seduta. Al compleanno, festeggiato ad ottobre a Montalto avevo preso già 3 chili, però mi sembrava normale”.

Hai comunque iniziato a cercare di capire se potevi fare qualcosa?

“Si, certo. Feci comunque un controllo da una nutrizionista, mi propose una dieta che... mi stava facendo crescere di peso, prima altri 3 chili... e poi ben 11, rispetto a settembre, nel mese di dicembre. A quel punto non sapevo che fare, iniziavo a cambiare dieta su dieta, mi hanno dato anche aminoacidi essenziali. Purtroppo nel mondo dello spettacolo girano diete apposite da fare in pochissimo tempo, che fanno perdere o acquistare molto velocemente peso per esigenze di lavoro. Ma sono scelte deleterie perché quello che perdi lo recuperi subito”.

Stavi perdendo il controllo delle situazione?

“Sicuramente! Ormai provavo tutto dalle pasticche alle diete con un solo alimento, quella della verdura o della frutta frutta... e dopo 15 giorni addirittura 300 grammi in più. Il mio corpo non reagiva, anzi reagiva male. Purtroppo chi era intorno a me non ci credeva, tutti pensavano che nei momenti in cui ero sola mangiavo, che assaltassi il frigo di notte, ma non era vero, nel frattempo giravo l'Italia e dormivo massimo 6 ore, talvolta anche una sola.
A quel punto provai una nuova dieta e non riuscivo più nemmeno ad andare in bagno, cosa che mi faceva trattenere liquidi, portandomi a sformare il fisico, che si gonfiava con un minimo cibo. Sono arrivata fino al ricovero all'ospedale, con fitte fortissime all'addome, mi hanno tenuto sotto controllo tutta la notte, facendomi quattro o cinque flebo per evitare il rischio di blocco intestinale”.

Sei arrivata al massimo della sopportazione e a quel punto hai reagito?

“Dovevo farlo per me, ho deciso che dovevo fregarmene, il mio corpo stava reagendo male alla mancanza di sport e io lo sentivo. Ne parlai con Tommaso Capezzone, un mio carissimo amico, appassionato di palestra, che mi ha aiutato da subito, insieme ad una nutrizionista, Nicoletta Salustri. Ho fatto tutti gli accertamenti e sono risultata celiaca e, a cascata, hanno trovato una serie di danni fisici, insulino resistenza, corpo che produceva continuamente cortisone, addirittura cisti alle ovaie, con tutti i problemi che ne scaturiscono ed ero carica di tossine. Tra l'altro, una crema che mi fecero usare mi stava sballando la tiroide”.

In questo ti sei trovata decisamente sola...

“Non potevo parlarne, tutti puntavano il dito ma non potevo dirlo, nessuno avrebbe capito i miei problemi di fondo. Ma avevo trovato la forza di reagire, di pensare a me. E tutto è cambiato in meglio in una delle partite della BasketArtisti, giocata a Roma, al Pala Tiziano, quando abbiamo affrontato la Virtus. Ho sempre ammirato quella squadra e mi sono avvicinata ad uno dei giocatori chiedendo una foto insieme. Era Gabriele Benetti, lo ricordavo quando giocava in A e lo incontravo con piacere. E' iniziata la conoscenza e poi è nato l'amore. Gabriele ha conosciuto Alice, non Miss Italia o la giocatrice di basket. Mi è stato vicino e mi ha protetta da quello che veniva detto, che era spesso offensivo e crudele”.

alice sabatini, salute, problemi, cibo, intervista, difficoltà, recupero, luce, palestra, sport, rinascita, gabriele benetti, viterbo, etruria, la tua etruria, tuscia, alto lazio, tesori d'etruria, cultura, 2017, quotidiano culturale, eventi, manifestazioni, eventi culturali viterbesiE' rinata Alice, hai recuperato te stessa...

“Ho scelto di rilassarmi, di pensare a me e dopo aver lasciato la corona, ho ripreso con la mia vita, iniziando di nuovo a giocare a basket, facendo preparazione in palestra, così mi scaricavo e bruciavo peso. Ora lo posso dire, mi sento bene, mi sono disintossicata dalle tossine e seguo una dieta per celiaci. Ho fatto trattamenti al Centro Eclepta di Roma, dove hanno seguito sia me che Gabriele, che doveva riabilitare il ginocchio dopo un infortunio. Fisicamente sto bene, peso forma, e dalle foto si vede, niente trucchi, sono veramente così”.

Puoi pensare al domani finalmente...

“A luglio sarò la madrina al Festival del cinema e televisione a Benevento, sono felice di questa occasione. Al momento mi voglio dedicare al cinema, ho studiato alla Beatrice Bracco e mi sto impegnando. Per ora cerco di avere qualche campagna come testimonial, e poi speriamo un film. Intanto a settembre girerò un cortometraggio come co-protagonista, accanto a grandi attori”.

Hai vissuto un brutto momento, sei caduta e ti sei rialzata, insieme a Gabriele. Qual è il messaggio che vuoi dare alle tue coetanee, alle ragazze che hanno saputo la tua storia?

“Che bisogna lottare: ora abbiamo alzato la testa entrambi e siamo pronti per sfondare il mondo.
Il mondo gira sull'energia, se ci si fa influenzare da quella negativa sei finita, se invece hai persone positive intorno riesci a superare tutto, perché è impossibile accontentare tutti e che c'è rimedio ad ogni cosa, basta capire dove è il problema. Io ci ho messo un anno, ma voglio dire alle ragazze che stanno male per il proprio stato fisico che devono guardarsi dentro, io ora non rinuncio a nulla, faccio palestra, movimento, e poi mangio perché il metabolismo deve riprendere sempre calorie, altrimenti si brucia il muscolo appena fatto, anziché il grasso. Mangio pasti completi e sto bene e non rinuncio a nulla.
Mai saltare i pasti, rallenta il metabolismo e qualsiasi cosa mangi non riuscirà a bruciarla, con il risultato di ingrassare. Infine un consiglio: evitare medicinali, perché se si ottengono risultati al momento poi si perdono, ci vuole impegno e affidarsi a persone capaci. Fidatevi di me, l'ho vissuto, seguite i miei consigli e avrete soddisfazione”.

Una lezione di vita da una ragazza che, pur giovanissima, ha già molto da raccontare e può diventare un modello per tante altre coetanee.

Teresa Pierini

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna