Un borgo in festa nel nome del Grechetto

Stampa

terre grechetto, festa vino, civitella d'agliano, viterbo, prodotti tipici, degustazioni, CIVITELLA D’AGLIANO – Si sono ufficialmente aperte, con Le terre del Grechetto, le Feste del vino della Tuscia Viterbese. Mentre si sta celebrando l’ultimo giorno, la festa si concluderà nella serata di oggi, domenica 29 luglio, la presidente della Pro loco, Francesca Fiordigiorgi, è già soddisfatta del risultato. “E’ stato un grande sabato sera – ha commentato, mentre lavorava insieme a tutti i volontari – abbiamo il tutto esaurito sia nel ristorante che qui in piazza con lo stand di prodotti tipici. Tante persone hanno acquistato i ticket per gli assaggi nelle cantine. Tutto questo ci fa confermare fin d’ora che abbiamo fatto la scelta giusta”.

 

La festa del vino di Civitella d’Agliano è stata trasformata, per scelta, in qualcosa di più elegante, che interessasse tutto in centro storico, come voluto dal sindaco Mancini e dalla Pro loco. Tanti gli appassionati che hanno passeggiato per lterre grechetto, festa vino, civitella d'agliano, viterbo, prodotti tipici, degustazioni,  presidente, francesca fiordigigli,e vie del borgo, con tracolla e bicchiere, pronti a degustare i prodotti delle varie cantine. Di assoluto pregio, poi, la degustazione spettacolo, organizzata con l’impegno di Carlo Zucchetti, che sabato sera è stata dedicata al Grechetto, e non poteva essere altrimenti, ed è stata condotta in modo simpatico e coinvolgente dal giornalista Stefano Asaro, di Slow Wine. Tutto si è svolto nella romantica location della torre dei Monaldeschi, che ospita anche una mostra fotografica, per gran parte dedicata alla banda del paese.

 

Decine di appassionati si sono accomodati davanti ad otto bicchieri, pronti ad accogliere il frutto di otto cantine, alcune rappresentate dagli stessi titolari, che si sono confrontati e scambiati attestati di stima.

terre grechetto, festa vino, civitella d'agliano, viterbo, prodotti tipici, degustazioni, Goretti, da Perugia, Podere Grecchi, di Vitorchiano, Fattoria Santa Vittoria, aretina di Foiano della Chiana, Fontesecca, da Città della Pieve, Barberani, di Baschi, Trebotti, la più vicina, di Castiglione in Teverina, Palazzone, Orvieto, e Morami, Castiglione del Lago: questi i nomi delle cantine che hanno presentato il proprio Grechetto, dal puro, al blend con vitigni diversi. Tutti si sono mostrati aperti al confronto, accettando i consigli dell’esperto giornalista e di Sergio Mottura, al tavolo dei produttori, come sempre pronto a decantare le qualità del vitigno. Alcuni hanno ammesso di aver conosciuto meglio il vino stesso, le sue potenzialità e di correggere il tiro su alcune scelte fatte finora.

Era stata la scommessa principale della festa “Nelle terre del grechetto”: aprirsi alle regioni confinanti, senza paura di confrontarsi, con l’obiettivo di far crescere il prodotto e il territorio. I numeri stanno dimostrando che la scommessa è stata vinta.

Teresa Pierini

terre grechetto, festa vino, civitella d'agliano, viterbo, prodotti tipici, degustazioni, terre grechetto, festa vino, civitella d'agliano, viterbo, prodotti tipici, degustazioni,

terre grechetto, festa vino, civitella d'agliano, viterbo, prodotti tipici, degustazioni, terre grechetto, festa vino, civitella d'agliano, viterbo, prodotti tipici, degustazioni,

terre grechetto, festa vino, civitella d'agliano, viterbo, prodotti tipici, degustazioni, terre grechetto, festa vino, civitella d'agliano, viterbo, prodotti tipici, degustazioni,